L' A N G O L O ..D E L.. S O R R I S O

- Non s'invecchia con l'avanzare dell'età, ma quando si smette di ridere -

Lettori fissi

giovedì 24 maggio 2012

DIARY ROSE/ OPERE DI PUCCINI




"Un bel dì vedremo... levarsi un fil di fumo...
Mi sono ritrovata a rileggere la trama della Batterfly, ed ho constatato che le Opere di Puccini, belle finchè vuoi … ma secondo me, sono un elogio al maschilismo, tutte le sue eroine muoiono ... 
Mimì, schiatta vicino a Rodolfo, nella soffitta, Tosca si getta dalle mura di Castel Gandolfo, Manon Lescaut, passa a vita migliore, tra le braccia di Renato Des Grieux, Cio-Cio_San, fa il karakiri... 
Butterfly, aspetta, aspetta, aspetta ... sempre  Pinkerton, l'uomo che la fara' sentire importante, che dara' un senso alla sua vita... ma nessuno o pochi hanno questo potere, per lungo tempo ...diciamolo una volta per tutte!
Cio Cio San, perde la speranza e delusa si uccide, perchè si sente rifiutata, per lui è diventata un problema, non regge il paragone con la moglie, la fa sentire un'essere inferiore, senza rispetto e senza considerazione... anche lei ha la sua dignita', dei sentimenti, non riesce più a sopportare la vergogna, il disonore ... quindi pensa che l'unico modo per riscattarsi sia quello di fare il Karakiri!
... meglio il Karaoke!

La Bohème, sembrerebbe a prima vista, un’opera romantica e commovente, forse per la morte di Mimì, perché poi Rodolfo non sembra così dispiaciuto per la sua morte … 
Te ne vai così mia piccina?  (no … ti mando un telegramma!)
Tira un sospiro di sollievo alla fine!
A 20 anni, non se la sente di accudire una malata di tisi, dovrebbe darsi da fare, più del solito, per procurarsi i soldi delle medicine e via di seguito … chi glielo fa fare?
Meglio vivere alla giornata, libero, tra amici, locali e donne!

Tosca, anche lei innamorata di Mario, ne subisce le tragiche conseguenze, muore lui, si ammazza anche lei, bisognerebbe contare fino a 10, 20, forse 1000 … prima di prendere delle decisioni cosi drastiche e affrettate, il tempo smorza tutto, anche le più grandi passioni!
Meditate gente meditate!
Manon … era destinata fin dall’inizio alla vita monacale, per leggi del tempo, quindi, giustamente si ribella e ne combina un pò di tutti i colori, si diverte, finchè viene denunciata falsamente, per prostituzione, da un uomo geloso! … 

Le rimane pur sempre accanto il fedele Renato, che l’aiuta alla fine a fuggire, ma nel tragitto, la poveretta, non regge e muore, tra le sue braccia! (alito cattivo?)




28 commenti:

  1. Many lessons I learned from this post, thank you and wish you a great day.

    RispondiElimina
  2. Ciao Rosa,
    ecco un post in linea col tuo senso dell'ironia, ma stavolta diverso nel "taglio", in quanto fa sorridere e riflettere al tempo stesso.
    Effettivamente, sino agli anni Quaranta le opere, le commedie, i romanzi, etc erano intrisi di un certo maschilismo di fondo, perché a "pagare" erano sempre le donne.
    In realtà, oggi sappiamo bene che ad abbandonare, tradire o ingannare il partner sono sia gli uomini che le donne, secondo una situazione di assoluta parità.
    Dunque, anche i signori maschietti soffrono, a volte come cani, ma di solito lo fanno in modo riservato e discreto, perché si vergognano di far vedere la propria debolezza.
    La sofferenza femminile invece fa più "rumore" e suscita tanta solidarietà da parte delle signore, perché - diciamolo francamente - le donne sono capaci di lamentarsi di un abbandono o una separazione anche per trent'anni!
    ^_^

    RispondiElimina
  3. Rosa è bellissimo il tuo post, riesci a far sorridere anche raccontando delle tragedie! Sei deliziosa.Un abbraccio e buon wk a te e al Guardiano.

    RispondiElimina
  4. hallo Ummiega, thank you I'm glad you like it kisses rose.))

    RispondiElimina
  5. ciao Nigel grazie mille, mi fa piacere che ti sia piaciuto, si son 2 facce di una medaglia, sempre espresse ironicamente, grazie delle spiegazioni, non tutte cque si lamentano per 30 anni, ahahah, ciao a presto rosa buona serata.))

    RispondiElimina
  6. ciao vania grazieeee, sei carinissima, mi fa piacere divertirvi con tutti i mezzi che ho a disposizione, ciao bacioni a presto rosa buon week end.))

    RispondiElimina
  7. Sei piena di risorse, cara Rosa.

    Strappi sorrisi ed io te ne dedico uno grandissimo.

    RispondiElimina
  8. certo che le protagoniste delle opere di puccini sono tutte sfigate!
    lol :)))
    brava rosa come sempre
    ciauuu
    esmeralda

    RispondiElimina
  9. Ciao cara Rosa,
    concordo con Vale: le "donne di Puccini" erano davvero sfortunate; però non fu lui a crearle così, ma Illica e Giacosa i suoi librettisti più importanti.
    Evidentemente costoro sapevano che se non avessero scritto delle storie a forti tinte, non avrebbero conquistato il pubblico femminile, che un tempo adorava i melodrammoni.
    Comunque non è che sia cambiato molto rispetto ad allora... ;)

    RispondiElimina
  10. ciao Giovy, grazie per le delucidazioni, erani tutti uomini cque.) si i drammi e le lacrime attirano sempre commuovono e fanno audience, anche adesso e' cosi' appunto, si sfruttano questi tasti talvolta anche a sproposito e morbosamente , ciao grazie a presto rosa buon pomeriggio.))

    RispondiElimina
  11. ciao gianna grazie ricambio di cuore, bacioni a presto rosa buon pomeriggio.)) e week end

    RispondiElimina
  12. ciao nuvoletta, si anche di opere, un po' di tutto e di piu', ciao grazie a presto rosa buon week end.))

    RispondiElimina
  13. ciao Esmeralda si, volutamente, se fossero vissute non sarebbero diventate cosi famose.) ciao grazie buon week end a presto rose.))

    RispondiElimina
  14. Post bello ed ironico, sempre bravissima!
    Buona domenica.
    Il Mandry

    RispondiElimina
  15. ciao mandry graziee mi fa piacere che ti sia piaciuto , buona domenica a te a presto rosa.))

    RispondiElimina
  16. ♫♫♪¸.•°`
    Bom domingo!
    Boa semana.
    Beijinhos.
    Brasil°º✿
    ¸¸.º°❤
    °º✿

    RispondiElimina
  17. CIAO INES SALUTI ANCHE A TE GRAZIE BACI ROSA BUONA DOMENICA.))

    RispondiElimina
  18. Un post simpaticcissimo che pur partendo da melodrammi leggendari fà sorridire di cuore.

    Un saluto e buon inizio settimana!


    -----------------------

    PS- Per il Guardiano del Faro.

    In risposta al commento che mi hai lasciato:

    - Io sono per metà Padana e son vissuta in provincia di Bologna per ben 10 anni; lì ci sono ancora i miei parenti e tantissimi amici, per fortuna tutti bene solo tanta paura e molta incertezza per il domani.
    ---------------------------

    RispondiElimina
  19. Cara Rosa, le opere liriche, anche quelle pucciniane, rientrano nel melodramma e quindi, come dice la stessa parola, uniscono al canto ed alla musica delle storie particolarmente drammatiche. Tutta la musica pucciniana è un vero capolavoro, nella scelta strumentale per dare profondità al dolore ed è molto emozionante più che triste. comunque apprezzo il tuo humor, perchè le donne non se la passano certo bene nelle opere liriche.
    Voglio dre a tutti coi amici dell'Anogolo che vi ho dedicato un premio perchè il vostro blog è davvero GREAT!!!!

    RispondiElimina
  20. ciao gabry grazie son contenta che ti sia piaciuto, buona settimana a presto rosa.))

    RispondiElimina
  21. ciao Rita si e' cosi', ho voluto ironizzare per fare un po' di humor anche su questo.)
    grazie mille poi vengo a vedere bacioni rosa buona settimana a presto.))

    RispondiElimina
  22. AHH!!!!Bellissimo questo post....tutto vero quello che dici...ma credo che i nostri scrittori antenati scrivevono tutta questa debolezza femminile solo per esorcizzare la loro....Gli uomini sono da sempre piu' deboli....tanti anni fa lo mascheravano meglio perche' le donne avevano solo un po' piu' paura o ancora se me lo permetti, osavano piu' di nascosto....sono dell'idea che nei tempi passati la donna e' stata lei pure a scatenare guerre,duelli,lotte....avvelenamenti.....Daltronde dietro a un grande uomo c'e' sempre una grande donna!!!!!OOOHHH!!!!Mio dio avro' esagerato un tantino .....non penserete che sono femminista...noooo!!!!!Neanche a pensarlo....solo che....La Donna....be' lo dico...e' lei che fa girare il mondo!!!!!!AHHHH!!!!!!W le donne e w i maschietti che credono in noi!!!!!AAHHH!!!raffaella!


    Ciao Caro Nigel....grazie mille per il commento ...sai per me quanto siano importanti....con tanto affetto....raffaella!

    RispondiElimina
  23. ciao Raffaella sono d'accordo con te e non sono femminista nemmeno io, ma le donne fanno succedere le cose se vogliono, grazie della tua spiegazione bacioni rosa buona settimana.))

    RispondiElimina
  24. Ciao Passo per un salutino a Rosa e Nigel.
    Un abbraccio affettuoso.

    RispondiElimina
  25. Stupendo. Sto post è stupendo Rosa. Tu, Rosa, sicuramente non saresti stata scelta per la "trama" d'un'opera. E neanch'io, questo è certo.
    Magnifica la tua ironia.
    Un bacio sulle note di Puccini!

    RispondiElimina
  26. ciao vania grazie saluti anche a te a presto rosa buon pomeriggio.))

    RispondiElimina
  27. ciao elisena grazie mille mi fa molto piacere che ti sia piaciuto.))
    l'ironia non manca mai nei miei scritti e nella vita, aiuta ahah, ciao baci rosa buona giornata.)9

    RispondiElimina