L' A N G O L O ..D E L.. S O R R I S O

- Non s'invecchia con l'avanzare dell'età, ma quando si smette di ridere -

Lettori fissi

giovedì 23 gennaio 2014

DO YOU SPEAK ENGLISH?



Sembrerà strano, ma io con l’Inglese non ho mai legato e, ad essere sincero, nemmeno lui con me; ed è un problema, specialmente al giorno d'oggi, in cui tutti lo parlano! 
Poco fa, ad esempio, sono passato sul blog di mia cugina e mi sono accorto che è scritto in inglese, allora l'ho chiamata, pensando che si fosse trasferita in Inghilterra, ma lei ha negato, dicendo che sta ancora in Italia e che scrive in Inglese perchè è figo, fa international.
Sarà come dice lei, ma per me le lingue straniere sono un dramma. Gli amici mi accusano di essere un somaro, io invece dico che sono un purista.



Comunque, l’anno scorso, per metterli a tacere, prima cambiai look al mio esercizio commerciale e poi m’iscrissi a un corso basato sulla memoria visiva: “L’INGLESE IN TRENTA FIGURE”. Feci solo la prima, una figura di m….
Il fatto andò così: l’insegnante, molto scrupolosa nel lavoro, era una bella donna e aveva un seno sodo e prosperoso. Un giorno, al termine della lezione, le consegnai un biglietto. Avevo scritto: “I wont toush your zizz” 
Lesse e mi mollò una pizza:  “Disgraziato” - mi disse - tette non si scrive così”! 
Oggi, bisogna fare i conti con parole tipo: share, audience, center, target, recital, medley, country
Country però è bello, viene in mente John Wayne; figo lui, enorme, duecento chili incollati al cavallo. Ma era il cavallo a sostenere lui o lui a reggere il cavallo? Mah! 
Insomma, la lingua cambia. Oggi si usano parole brevi, ma terribili: big, rap, gap, drop, trash, cash, break, spot, brut, shorts, scoop, gulp, sob, aiut…! 
Parli con uno e quello all’improvviso se ne esce: - Stamani, ho avuto un gap - Annuisci, fai l’indifferente, intanto sudi come una salsiccia. Quello ti ha appena confessato che ha un “gap”. Come la metti? Devi piangere o ridere? 
Diciamolo: qui, se non ti aggiorni sei fottuto. 
La settimana scorsa, presi l’aereo e andai a Barletta. Sentii la gente per strada e mi venne un colpo. Pensai: - Ma che ci hanno dirottato a Nuova York! 
La nostra lingua ormai si è imbastardita. Manzoni oggi farebbe il parcheggiatore abusivo o venderebbe bibite allo stadio. Se volesse pubblicare “I Promessi Sposi” dovrebbe scrivere tutto daccapo: “Due boys, Renzo & Lucy, si conobbero a un party e cominciarono a provare un certo feeling, così decisero di avviare un engagement e metter su un pied-a-terre, ma si mise di mezzo un boss locale, reclutò un paio di killer ed impose ai due partner un out-out”. 
Ieri, guardavo il solito notiziario alla tv e mio zio esclamò: -Imbecille, perché hai messo il canale della BBC! - 
E’ un po’ rincoglionito, ma ha ragione, c’è troppa confusione linguistica. E' pure colpa dell’informatica, con tutti i nuovi termini introdotti: file, desktop, bag, loyaut, mouse, banner, download. 
Download… questo, per pronunciarlo bene, devi sforzarti, quasi a vomitare. E browser? Un capolavoro. Ecco, io sfido chiunque a dirmi cos’è il browser. Per me è un incrocio di cani, fra un boxer e un pit bull. 
Ieri, in metrò, vidi una bella ragazza. Aveva dei dischetti sottobraccio. Per fare il fico, chiesi: - CD Rom? - 
- No, so’ di Beri - replicò lei. 
La lingua a volte crea dei gran casini, ma se ne fa anche un uso sconsiderato. Prima, leggevo il giornale. “Avvistate due puzzole in città. Il governo mobilita immediatamente una task force”. 
Ma voi vi rendete conto? Per due puzzolette spellacchiate, una task force! E chi la dirige, il generale Shwarzcop! 
L’altra sera stavo dagli zii e c'erano degli ospiti, giocavano a tressette; a un tratto mio zio si alzò per andare al gabinetto. Per darsi un tono, disse: - Sorry... ho bisogno di un break - 
- Non urinare a terra - gli raccomandò mia zia. No, lei non studia l’inglese, ma sa che il poveretto ha un po’ di problemi con la prostata.
   

58 commenti:

  1. Nigel, questo e' un bombardamento!!,
    Ogni riga da scompiscanarsi, fortissimo tripe sade story ahahah, tony.la foto, da morire.)
    hai superato te stesso, complimenti, divertentissimo, la zia non sa l'inglese ma sa che ha problemi di prostata ahahh, altro che i monologhi di Panariello, sei er piu' dell'angolo...bravissimo, ciao baci rosa a presto buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa,
      per una volta, invece di disprezzare quello che faccio, ti complimenti con me. Grazie !
      Scherzi a parte, sono felice di averti fatto sorridere e devo rilevare che ci riesco con post che non ritengo affatto "irresistibili".
      Aveva proprio ragione Pirandello: "Così è, se vi pare".
      Un abbraccio.

      Elimina
  2. scusa gli errori ma ho appena mangiato un cake al vov.)

    RispondiElimina
  3. ah ah ah ah ah... lollissimo!!!
    rosa ha ragione... fa scompisciare dalle risa ;)))
    che grandi siete!!!
    tvb
    ciauuu
    esmeralda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale,
      presenza certa ed immancabile, la tua!
      Grazie di cuore.
      Tvb anch'io e ti abbraccio.

      Elimina
  4. Nigel questo post è stupendo, infatti, come dice Rosa :D ogni riga è da scompisciarsi dalle risate…
    La foto poi è unica non riesco a fermarmi rido come una pazza, meno male che in casa sono sola altrimenti si che mi darebbero della pazza!
    Complimenti, troppo bello!
    Buona serata
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella,
      ad essere sincero ti aspettavo, proprio perché so che sei una persona di spirito e apprezzi l'ironia ;-)
      Grazie di cuore!
      Un calorosissimo saluto.

      Elimina
  5. Nigel, sei forte. Ora prova a darti al francese o allo spagnolo, poi ci racconti e noi continuiamo a divertirci.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiana,
      considero un onore e un piacere la tua visita.
      Grazie per l'attenzione e l'apprezzamento.
      Cordialità.

      Elimina
  6. Post allegrissimo e, nella sua simpatia, veramente attuale. Anch'io con l'inglese e con il linguaggio informatico non c'azzecco...certe figure....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Marina,
      bentornata all'Angolo e grazie della gentile visita.
      Un cordialissimo saluto e a rileggerci.

      Elimina
  7. Un inglese completamente personalizzato, per renderne più facile la comprensione....grazie, caro Guardiano, per questo divertentissimo post. Buona serata e un saluto, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Silvia,
      sempre molto gradite le tue visite;
      grazie della gentile attenzione ;-)
      Un caloroso saluto.

      Elimina
  8. Simpaticissimo... e anche molto vero. Non ci capisco nulla nemmeno io. Parlo il dialetto triestino, perchè mi è difficile anche l'italiano... Comunque grazie caro Nigel, mi sono proprio divertita. Buona serata, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale,
      tu non immagini come sono felice quando riesco a farti sorridere ;-)
      Grazie dell'attenzione e delle gentili parole.
      Un abbraccio.

      Elimina
  9. Caro Nigel mi sono "sbudellata" dal ridere ma e' la verita'. comunque anch'io preferisco la lingua di Dante! Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susanna,
      innanzitutto bentornata all'Angolo e grazie per questa testimonianza così spontanea e sincera.
      Sono i lettori come te che m'inducono a continuare a scrivere ;-)
      Un caloroso saluto!

      Elimina
  10. L'unica cosa certa è che sei un ciuccio, e non solo in inglese, per il resto sii onesto e ammetti che hai scopiazzato tutto da Internet ;-(

    RispondiElimina
  11. Un caro saluto agli amici dell'Angolo, a partire dalla bravissima Rosa ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Giovy grazie mille<3, saluti anche a te, buona serata rosa, baci.)

      Elimina
    2. Tanti cari saluti a te Giovy, baci, baci.

      Elimina
    3. Grazie dei saluti Giovy. Buona giornata a tutti,
      un saluto a Rosa e Gabry.
      Buon week-end (in english)!!!

      Elimina
    4. * Un bacio e buon weekend a te, Ale *

      Elimina
    5. *Abbraccio, Giovy, sereno w.e. *

      Elimina
    6. ciao Ale grazie, saluti e buon week end anche a te, baci rosa:)

      Elimina
  12. Veramente divertente...anch'io ho un certo "odio" per l'inglese (non ci possiamo proprio vedere, anzi parlare) , ma sono del parere che si esageri un po' con il metterlo in mezzo a tutto, ma siamo italiani o no?
    Mi è piaciuto molto il riassunto dei Promessi Sposi...ancora più divertente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo, egregia amica,
      dovremo rassegnarci: l'inglese sta prendendo il sopravvento e fra vent'anni nessuno parlerà più l'italiano.
      I nostalgici e "puristi" come noi rischiano di fare la figura dell'asino carducciano ;-)
      Un caloroso saluto e grazie per l'attenzione.

      Elimina
  13. Caro Nigel ,dopo aver letto questo post ,ho capito che imparare l'inglese è una passeggiata.
    Sei forte!!!!!
    Buona notte
    Rakel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rakel,
      un sincero e grato ringraziamento per la visita ed il garbato commento.
      Un caro saluto e a rileggerci...

      Elimina
  14. Risposte
    1. ciao Rakel grazie, saluti e buon week end anche a te, rosa

      Elimina
  15. Bellissimo post Nigel. Un'accurata analisi linguistica in tono scanzonato. Molto divertente l'interpretazione dei "Promessi Sposi". Puro godimento. Grazie e un abbraccio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabry, come va?
      Non ti nascondo che cominciavi a mancarci!
      Sono felice che il mio post ti abbia divertito.
      Un caro saluto e un abbraccio.

      Elimina
    2. Ciao Nigel, sono qui che giro, sono riuscita a recuperare il pc, avevo combinato una delle mie, ehehe. Sono in pieno lavoro di ristrutturazione, ma sull'angolo passo sempre....in breve tempo arriva la Perla con le previsioni,a concorrenza con Cetty....ti faccio sapere, un bacione.

      Elimina
    3. Ciao Gabry,
      dai la precedenza alle tue priorità e non preoccuparti del blog, fermo restando che saremo tutti felici di leggere il tuo prossimo articolo!
      Un abbraccio e buon w.e.

      Elimina
  16. Ciao Nigel hai preso un argomento che è na bomba!!! c'è da ridere forever!!!! Ti racconto questa; Due tizie parlavano delle figlie, e una dice all'altra mia figlia quest'anno è andata a perfezionare l'inglese a Liverpool! e l'altra Lo sai che le due O in inglese si pronunziano U, e l'altra dopo un po dice: Oggi ho mangiato delle ciliege all'alcuul che erano proprio gustose! Ma vedi che Alcool si pronunzia come è scritto! Ma allora dillo che ce l'hai con me dice l'altra.
    Che dici Nigel ce la faremo a tenere intatta la nostra lingua Italiana?
    Buona vita e buon riso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gaetano,
      la tua testimonianza non è meno gustosa della mia, complimenti per il senso ironico!
      Come ho scritto più su, rispondendo a un'amica, dobbiamo rassegnarci ché fra vent'anni l'Italiano non esisterà più!
      E questo in nome della globalizzazione , oppure di un'unificazione linguistica, che in sé per sè potrebbe essere pure un fatto positivo, se riuscisse ad eliminare le incomprensioni.
      La nostra bella lingua diventerà un bene culturale, a carattere archeologico ^__*
      Un caro saluto e grazie!

      Elimina
  17. Guardy, sei riuscito a superare te stesso e...
    ...possiamo dire "...anche Rosa" ?
    Tanto a quest'ora è a nanna... ih ih ih !!!!
    Strepitoso, ho ancora le convulsioni...
    ... non so come tu abbia fatto, ma ho appena finito di gustamelo x la terza volta...
    ...e ogni volta rido un pò di più ...
    ... e non era facile, perchè oggi ho un morale a prova di comiche... ma tant'è.

    Fenomenale... davvero G-R-A-N-D-I-S-S-I-M-O ^-^

    Un abbraccione a te e a tutti gli amici ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maddy,
      ogni qual volta riesco a far ridere i lettori è una soddisfazione, di più quando le persone hanno il palato fino.
      Grazie per questa franca e spontanea attestazione di stima, che naturalmente ricambio.
      Un caro abbraccio anche a te.

      Elimina
    2. Lots of kisses and happy weekend to you, Guardian (>‿◠) !!!
      (Sono infame, lo so, ahahhaah !!!! )

      Elimina
    3. Questo non è difficile per me e infatti traduco subito. Hai scritto: " Caro Guardiano, ripudio ogni altro uomo, per mettermi con te!"
      Sono o non sono un anglofono?!
      .
      .
      .

      ^___*

      Elimina
  18. caro Nigel ,con la tua sottile e raffinata ironia ,hai fatto un perfetto affresco di ciò che ci succede nella vita di tutti i giorni ,alle prese continue con tutti i vocaboli inglesi corretti o storpiati attraverso cui siamo bombardati dalla T.V ,radio, giornali ,canzoni ,insegne di negozi ed attività varie,edei quali al 90% non comprendiamo il significato.
    Facendoci ridere hai raccontato una pagina di storia.
    Complimenti .Ti auguro una buona notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cettina,
      è vero: a volte si può far sorridere, raccontando delle verità. Io veramente non conosco l'Inglese ( sono di quelli che come lingua straniera scelsero Francese) e mi arrangio come posso per districarmi nel labirinto dell'anglofonia.
      Grazie per l'assidua, affettuosa e intelligente presenza.
      Un caro saluto.

      Elimina
  19. Cioa Nigel,
    le lingue storpiate sono davvero ugly, per dirla in English.
    Per me le lingue straniere non sono un problema, amo parlarle e studiarle!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile Melinda,
      fortunata te che sai orientarti in questa jungla linguistica! Io, come ho già scritto, faccio un po' di fatica ;-)
      Grazie della gradita visita e a rileggerci...

      Elimina
  20. Caro Guardiano, io idem come te.

    Inglese zero, col francese mi arrangio...

    Questo tuo scritto è degno di unna commedia teatrale.

    Assoluta verità in chiave umoristica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gianna,
      saprai certamente il vecchio detto: "Aver compagno/a a duol scema la pena".
      Ebbene, siamo nella medesima barca e questo mi solleva un po' ;-)
      Grazie dell'affettuosa presenza.
      Un abbraccio.

      Elimina
  21. Con l'inglese non ho un buon filing

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nnanzitutto bentornata, cara Nuvy!
      A volte si può pure fare a meno delle lingue straniere, anche se per una giramondo come te, che è stata nei più remoti luoghi del nostro pianeta, fa un po' specie leggere una dichiarazione simile ;-)
      Un abbraccio.

      Elimina
    2. È passato un bel po' di tempo poi con l 'inglese si perde

      Elimina
    3. Ti mandasti un messaggio in pvt

      Elimina
    4. Ti rispondiedi nei commenti del post sullo Yety.
      ^__*

      Elimina
  22. A me succede la stessa cosa che a te, Guardiano, e deve essere per questo dalle "lingue romanze" e indubbiamente nel caso nostro, ad essempio, che parliamo spagnolo, troviamo molto più facile studiare francese e italiano, che imparare l´inglese! Tuttavia, è vero, e come tu dici, un po 'di inglese c´é stato invadendo da tutta la vita, dal "ok" fino al "download", termini cosi correnti oggi nel mondo dei computer! Ma a pensarci bene: abbiamo anche guadagnato un po 'di spazio: negli US, "pizza" si dice "pizza", e "tango" è detto "tango"! Questo è qualcosa! Haha! Saluti amico mio!

    RispondiElimina
  23. Ciao Patzy,
    quel che mi dici a proposito della diffusione dell'Italiano nel mondo mi sorprende e m'indurrebbe a sperare che possa verificarsi un'inversione di tendenza.
    Anche se, considerando l'andazzo, è una pia illusione.
    Grazie per le simpatiche considerazioni e la graditissima e visita ;-)
    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  24. Sempre molto spiritosi tuoi scritti ,ma questo é anche molto vero . Anche quì ,in un discorso ,almeno una o due parole in inglese ci scappano , e non parliamo quando ci scappano anche altrettante parolle in italiano ! Povere lingue ,hanno perso un pò del loro idioma !
    Un caro saluto Bianca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bianca,
      sempre molto gentile a farci visita.
      Ti ringrazio sentitamente.
      Un caro saluto anche a te e a rileggerci presto!

      Elimina
  25. Ho fatto un piccolo errore ,mi dimentico sempre di rileggere pardon !
    Hi Bianca

    RispondiElimina