L' A N G O L O ..D E L.. S O R R I S O

- Non s'invecchia con l'avanzare dell'età, ma quando si smette di ridere -

Lettori fissi

lunedì 23 maggio 2016

IL MIO TEATRO



Il mio teatro è mio.
Ha il colore del cielo
ed ali di gabbiano.
Piccolo o grande
è il teatro mio.
Tranne gli affetti cari
è tutto quel che ho.
Ci penso e nel crearlo
ci metto ciò che voglio:
burle o discorsi seri
banalità, poesia
favole o fatti veri.
Pur se non fa clamore
e giace in un cassetto
quello è il teatro mio.
Ci sconfiggo la noia
passo intere giornate
a almanaccare storie
ad imbastire trame
a cucir personaggi.
Ma non sono fantasmi
questi eccentrici tipi
per me sono reali.
 Non sono capricciosi
    che furtivi svaniscono.   
Mi stanno sempre accanto
e se mi vedono afflitto
corrono a consolarmi.
Conoscono il mio cuore
e quando sbaglio
sanno perdonare.


Nigel Davemport


32 commenti:

  1. Tu il teatro lo crei.. io sono uno dei tuoi personaggi.. interpreto i sogni dell'autore ma in quel breve lasso di tempo, a scricchiolare tavole di palcoscenico, quel teatro diventa anche mio, della trama cucita sul mio cuore, del tono che indosso, della storia che mi si inventa attorno.. e scompaio da me per riapparire Altro.
    In quel momento è teatro anche mio, ma il ringraziamento all'Autore/Regista è sempre massimo. Grazie Nigel.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franco,
      non c'è cosa più bella che essere personaggi, in quanto immutabili nella forma fissata dall'autore, dunque schietti, leali e affidabili.
      Grazie a te per questo poetico commento, degno della persona dotta quale sei.
      Un abbraccio.

      Elimina
  2. Caro Guardiano, rieccomi dopo l'adunata di noi alpini ad Asti, ora che mi sono un po riposato inizio ha farmi il giro di tutti gli amici del blog.
    Spero che con il tuo teatro tutto vada bene e che il tempo che dedichi di dia sempre delle grandi soddisfazioni che tu veramente meriti!!!
    Ciao e buona serata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tom,
      bentornato all'Angolo. Sapevo della tua trasferta e me ne sono compiaciuto pubblicamente.
      Grato per la visita e l'affetto, ti saluto e ti abbraccio.

      Elimina
  3. versi di una semplicità straordinaria inversamente proporzionali alla tua bravura
    tvb
    smack ;)*
    esmeralda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale cara,
      dovrei essere abituato alla tua rassicurante presenza, eppure leggerti mi sorprende sempre.
      Anch'io ti voglio bene, dolce, degna e talentuosa allieva ^__*

      Elimina
  4. Noi siamo gli spettatori attenti del tuo teatro, sempre creativo e ottimo ritrovo per trascorrere attimi spensierati.
    Felice sera a tutti e un saluto,silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia,
      davvero generoso il tuo giudizio!
      Grazie di cuore, un salutone e a presto!

      Elimina
  5. Bellissimi questi versi e la magia del teatro che riesci a ricreare nella mente e nel cuore di noi lettori/spettatori con grande semplicità.
    Un caro saluto

    Ligeja

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ligeja e bentornata!
      La tua visita è davvero una lieta sorpresa.
      Grazie e a presto!

      Elimina
  6. ..il tuo teatro ,il tuo alter ego proiezione dei sogni e dei fantasmi chiusi nel cuore che vivono e rivivono in una metamorfosi trascendentale ma pur rimanendo nella più semplice quotidianità ,ma capace trascendere ed appassionare.
    Ed il regista si trasfigura e diventa anche attore e protagonista egli stesso.
    Bel poetare ricco , espressivo e coinvolgente .
    Buona serata e cordialità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cetty,
      credo sia giusto ogni tanto dare sfogo anche alla parte poetica di me, ma i miei versi son ben poca cosa.
      Grazie per l'interessante e articolata riflessione.
      Saluti cordialissimi anche a te.
      Un caro saluto.

      Elimina
  7. Quando leggo le tue poesie, in cui raccogli e narri tanto di te e di chi ti circonda, in maniera unica, articolata, piena di amore e sentimento, posso solo dire di essere stata fortunata nell'incontrarti e nel potermi definire tua amica.
    Il teatro che sono riuscita a conoscere grazie a te, grazie alla tua passione mi onora.
    Ti abbraccio amico e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mariella,
      la fortuna, ti assicuro ( e non è retorica) è la mia, visto che ho trovato un'amica intelligente, capace e sincera come te.
      Un forte abbraccio.

      Elimina
  8. Quando prendono vita i propri sogni, gabbiani sorvolano alti scogli, fino a posarsi esausti ma appagati in un tramonto infuocato tra respiri e calorosi applausi…
    Cosa c’è di più bello di una passione ti avvolge abbracciandoti sino a farti mancare il fiato… e soprattutto ti dona libertà d’essere ciò che desideri…
    Versi intimi e profondi, che fanno percepire quanto grande sia questo amore, e di come riesca a colmare con fedeltà solitudini e afflizioni.
    Complimenti Antonio, ci regali sempre belle emozioni!
    Ti lascio l’augurio di una serena settimana! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Betty,
      è vero: vi sono passioni talmente forti che, quando la vita ti mette alla prova, riescono a sorreggerti e a fornirti il motivo per andare avanti.
      Grazie per la presenza, nobile e generosa amica.
      Un caro saluto e a presto.

      Elimina
  9. In una mia vecchia poesia...
    "...E cala il sipario
    Il sipario dei sogni
    Si spengono le luci
    Il teatro s'empie di silenzio
    Il palco cade in penombra
    Ed è il reale scenario.
    Ma la gioia d'ogni applauso
    Sappiamo verrà rinnovata
    Domani al comincio
    Del nuovo spettacolo
    Cambieranno gli attori
    Cambieranno gli interpreti.
    Ma dell'opera della nostra vita
    Siam noi sempre gli autori
    Come pur spettatori.
    E sarà nostra capacità
    E sarà di noi la bravura
    Se le repliche ...
    Successo e applausi
    Susciteranno ancora.
    Lo spettacolo della nostra vita
    Non si recita al "teatro stabile"
    È sì itinerante...
    E l'emozione di viverlo
    è sempre entusiasmante..."

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pino,
      un brano molto carino e aggiungerei profondo, che pone l'accento sul teatro della vita, non in senso negativo, ma come naturale fluire degli eventi ( favorevoli o sfavorevoli) che rassomigliano appunto a uno spettacolo.
      Complimenti e grazie di cuore per il contributo.

      Elimina
  10. Franco è stato molto generoso (come sempre) a definirti "autore e regista", ma lo sanno tutti che sei soltanto uno scribacchino ;-(

    p.s.
    Un caro saluto a tutti gli amici e d amiche dell'Angolo ;-)

    RispondiElimina
  11. Cerco di entrare in atmosfera. Appena ci sono mi faccio sentire. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gabry,
      spero solo che mentre tu cerchi di entrare, non esca io... di scena!
      Abbraccio e bacio.
      .
      .
      .
      ^____*

      Elimina
  12. Il Nostro personale Teatro è sempre il più bello, vero ed a tratti sorprendente.
    La vita è teatro ed io l'inseguo e perseguo in ogni sua forma.
    Ma il Tuo Nigel è straordinario, intelligente e pazzo.
    Ecco perchè ti adoro e non mi stanco di seguirti.
    Abbraccio carissimo, smack!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia,
      innanzitutto bentornata all'Angolo.
      Voglio poi ringraziarti per la sincerità di queste attestazioni di stima ed affetto, che ricambio in pieno.
      Un caro saluto e un abbraccio anche a te!

      Elimina
  13. Marinetta, titolare del blog
    http://marinetta-cuoredipoetacuoredidonna.blogspot.it/

    Che bella! E che bello che deve essere il tuo teatro ... così vivo ...: )

    Complimenti a te.

    un sorriso

    Marinetta
    ____________________________

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Grazie per la gentile visita e il generoso apprezzamento, un cordiale saluto e a rileggerci presto.
      Nigel

      Elimina
  14. Caro Nigel veramente ognuno di noi ha un suo teatro che modifica o compone ogni giorno, magari appaiono nuove comparse, o spariscono, ma le gioie più belle sono quei personaggi che non ti vogliono mai lasciare, una in particolare è la Giovy, e spero di fare anch'io la comparsa nel tuo teatro, che non definirei piccolo, perchè rapportato alle dimensioni degli affetti che merita e che sa dare, e tu sai assai!!!
    Ti saluto commediante nato, e voglio salutare tutti e tutte per quante belle parole sanno lasciarti, dai commenti comprendo quanto ti stimano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Gaetano,
      restando nella metafora che ha cominciato Franco, devo dire che tu sei uno dei miei personaggi più affezionati, dunque fai onore alla premessa.
      Grazie per la costante e ammirevole partecipazione.
      Un abbraccio.

      Elimina
  15. Del resto, la vita è il teatro stesso.
    Difficile è saper trarre spunti e parole e pensieri interessanti che conquistano gli altri, come fai tu.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiana,
      perfettamente d'accordo sulla premessa, sul resto non posso che ringraziarti per la generosità.
      Un caro saluto e a presto!

      Elimina

  16. Caro Guardiano ...queste tue poche righe...dimostrano una grande sensibilità ,un grande amore per il TEATRO,questa tua passione, che quando t'invade ...non ti molla più ...è il live motiv della tua vita ,rispecchia la tua personalità così poliedrica ,profonda.. nel racchiudere in se tutti i tuoi personaggi ...allegri ...ma pur sempre con un significato psicologico...loro fanno sorridere ...ma in fondo..ti fanno tanta tenerezza ...
    Buonanotte a te caro amico..
    Sei un attore nato ...sei grande ..




    RispondiElimina
  17. Cara Bianca,
    grazie per le generose parole di stima, che mi lusingano, ma non merito.
    Un forte abbraccio e a rileggerci presto.

    RispondiElimina