L' A N G O L O ..D E L.. S O R R I S O

- Non s'invecchia con l'avanzare dell'età, ma quando si smette di ridere -

Lettori fissi

sabato 28 gennaio 2017

KAFKA RESTYLING


Sono incaricato di consegnare un messaggio dell’Imperatore.
Cavalco da tempo praticamente infinito,
ho attraversato mille terre,
mari scoscesi e montagne tempestose,
incontrato le popolazioni più diverse, culture folli, nemici devastanti.
Ma anche comprensione ed accoglienza,
sono stato sfamato e tradito,
picchiato, derubato ed assistito.
Ed ho sempre curato la missiva,
della quale conosco messaggio e destinatario,
che raggiungerò in un lontanissimo paese,
dal quale mi separano ancora giorni, mesi, anni di improbo viaggio.
Ma persevero nel  mio mandato, alimentato da macchinoso istinto,
a costo della vita e del tempo tiranno.

Dal lato opposto dell’universo, un destinatario è alla finestra, e sogna,
con la speranza stropicciata nei pugni,
un messaggero, che giunga fino a lui.
Ed intanto pensa:
“Magari, se incaricavano la FedEx ..arrivava prima…”
 


31 commenti:

  1. Ecco un post un po' kafkiano e un po' "non sense", di raro gusto e raffinata eleganza, che poteva scaturire soltanto dalle sesquipedali meningi del nostro Frank Nazionale - anche detto IL (POST)INO OSTINATO
    Spero soltanto che, in un secondo tempo, vorrai erudirci sul contenuto di codesto messaggio.
    .
    .
    .
    .
    ^___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voleva solo omaggiare il perenne tormentarsi di Kafka alleggerendolo di finalino sdrammatizzante in salsa Franco Battaglia... ;)

      Elimina
  2. Certo che, per affrontare un viaggio tanto travagliato, devi avere con te un messaggio dal contenuto moooolto importante.
    Ciao birbaccione ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse il messaggio inconscio è che tutte le pene del mondo terminassero con un sorriso.

      Elimina
  3. Franco.... spero almeno che ti paghino bene dopo tutto questo tribolare... almeno un caffè,daiii 😆😆😆😆

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai bona che io, non abituato, l'altro giorno ho preso un caffè dopo pranzo e mi sono sparato quasi tutta la notte sveglio... che poi vedi a stare svegli cosa si partorisce... ahahah

      Elimina
  4. un post leggermente misterioso
    sbaglio?
    ciauuu ;)
    esmeralda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mistero è nella vita: in fondo non sappiamo cosa stiamo recapitando e a chi, e neanche cosa ci stanno recapitando da vite e mondi distanti... ;)

      Elimina
  5. A volte si è messaggeri nella vita di qualcosa da qualcuno assegnata. A volte non si conosce il messaggio che portiamo in noi, come non si conosce "chi" ci abbia consegnato il messaggio. A volte non sappiamo nemmeno "chi" sia il destinatario del messaggio che dovremmo consegnare. Cammini, cammini e arrivi all'altro capo dell'universo e, vedendo un tipo alla finestra con la speranza stropicciata nei pugni che ti guarda con due occhi sbarrati, intimorito a voce alta ti scappa: "oh...ma chi cavolo è quello lì che mi guarda con due occhi sbarrati da fatto? Ma che vuole da me?" Allora repentinamente volti i tacchi e frettolosamente t'incammini per tornartene a casa...dall'altra parte dell'universo...in quell'angolo del "tuo universo"...
    A volte si è destinatari di un messaggio che qualcuno ti porterà. A volte non si conosce neppure il contenuto di quel messaggio come non si conosce neppure "chi" te lo invia e nemmeno "chi" sarà a recapitartelo. Un giorno, mentre sei lì alla finestra con la speranza stropicciata nei pugni vedi un tipo che esausto si avvicina. Realizzi immediatamente che è il “tuo messaggero” e guardandolo con gli occhi sbarrati di chi pensa che finalmente quella sua speranza sarà esaudita...non puoi fare a meno di provare pena per lui e pensi: "mamma mia! Però questo è pazzo!...s'è fatto migliaia e migliaia di chilometri attraversando il pianeta, anzi l'universo per portarmi sto messaggio e più pazzo di lui è chi glielo ha consegnato!........ ma non poteva inviarmi una mail, un WhatsApp o anche solo un sms? Mah!....
    E mó che fa? Dopo essere arrivato fin qui… se ne scappa pure!......

    -due diverse angolazioni di vedere...-

    Ciao Franco molto originale il tuo post...al mio commento però non prestare attenzione, non so neppure io che volevo esprimere!...è un po' (volutamente) demenziale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Pino.. hai ragione invece.. ci sono postini e destinatari nel mondo, a volte si scambiano tra loro, a volte di compito, ma tutti vogliamo consegnare a qualcuno che ci consegni... ;)

      Elimina
  6. Buongiorno Franco, buongiorno Guardiano e un saluto agli amici dell'angolo ... forse potevi anche affidare la lettera alla FedEx ... ma avresti perso (da te stesso) una delle lezioni più belle della vita ... d'altronde le lezioni arrivano sempre quando siamo pronti! Ps. Caro guardiano, per motivi delicati che non sto qui a spiegare ho cambiato indirizzo al mio blog. Se vuoi unirmi ai blog che segui sono qui http://round-back.blogspot.it/. Grazie comunque di tutto, Stefania ^__^ ... avevo commentato anche il vecchio post, perchè comunque vi seguo sempre ma il mio commento sarà andato perso ... pazienza! un abbraccio ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Stefania,
      se dai uno sguardo a fianco, potrai vedere che il tuo blog già vi compare col suo nuovo indirizzo.
      Mi spiace che il tuo precedente commento sia scomparso, ma a dire il vero non saprei dire il perché.
      Ad ogni modo, grazie per l'affettuosa presenza.
      Un caro saluto.

      Elimina
    2. Ciao Stefania.. affidarsi ad un corriere ci alleggerisce l'anima, ma ci priva della gioia di guardare negli occhi la persona cui recapitiamo una parte di noi. ;)

      Elimina
    3. Tu e Tomaso siete i miei preferiti in assoluto, vi seguirei ovunque ... ^__^ ... più o meno ... ah ah ah ... grazie

      Elimina
  7. Franco, o Franco, ma lo sai che la FedEx non è sicura? Vedi il film con Tom Hanxs haivoglia di aspettare, no io mi fido solo della mano umana,(se ci credi) ma vorrei solo capire come hai fatto ad attraversare mari scoscesi? Ho avuto la fortuna di trascorrere sedici mesi della mia vita su una nave, e se dovevamo buttarci a mare e trainare la nave ogni qualvolta che avevamo un'avaria, come quando fummo costretti a ricorrere all'isola di Majorca, te lo immagini un mare scosceso?
    Mannaggia a chi vi ha dato la licenza poetica, (ma quanto l'avete pagata?)
    Ciao Franco, menomale che ci sei, ultimamente il guardiano è divenuto serio e per ridere ci dobbiamo ricordare dei tempi che furono, un saluto a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..faceva il paio con i monti tempestosi.. ahah.. comunque si.. quella per i taxi costa di meno... e guadagni un sacco di più.. mannaggia a me che sbajo sempre licenza.. per quanto riguarda il Guardiano, son sicuro che sta preparando qualcosa di esplosivo... tipo la storia di Trump o robe simili... ;))

      Elimina
  8. Un altro post di ineguagliabile creatività e senso dell'umorismo. FedEx, eh come già hanno fatto presente gli altri amici dell'angolo nei loro commenti, non è più cosi affidabile.
    Buona serata!
    Flo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..considerando che a fine '900 già consegnava pacchetti... ahahah... e senza navigatore... ;) grazie per i complimenti Florentina...

      Elimina
  9. Franco perdonami, non ho mica capito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E no.. da te proprio no.. cosa ti è sfuggito? Il volerla mettere in caciara? L'omaggio tra le righe al vagare disperso di Cast Away? O la metafora dell'eterno rincorrersi? ;)

      Elimina
    2. Ah ecco, mi pareva aleggiasse il faccione di Tim Hanks😜

      Elimina
    3. Se si chiamava Tim hanks telefonava a casa e si faceva venire a riprendere subito...ahahah

      Elimina
  10. Ciao Franco , mi meraviglio tu sia ancora vivo.
    Devi essere fatto d'acciaio . Buona giornata.
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'acciaio no... ma da luglio ho una protesi al titanio che mi terrà compagnia tutta la vita.. sigh

      Elimina
    2. Ha! Ha! Te la sei andato a cercare la protesi ,hai attraversato mezzo Mondo .
      La prossima missiva , portala un po più
      vicino casa altrimenti , di protesi ,
      te ne devono mettere un'altra . L.A.

      Elimina
  11. Io invece, a differenza di Mariella, non l'ho capita subito, ma dopo. Mi stava ricordando qualcosa...e non mi riusciva di ricordare cosa mi ricordava. Poi mi sono ricordato. Ah ecco! Dixi e ne fui felix.
    Ma il finale è strappalacrime...dalle risate!
    Bravo, sette+

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro... spesso m'impenno sul tragico per sbragare vertiginosamente sul demenziale.. dissacratorio e terapeutico... ;)

      Elimina
  12. Ottimo, lo copio e lo giro ai postini di Montpellier che arrivano sempre in ritardo (ha, ha ha). Un caro saluto a tutta la compagnia anche se non vengo più spesso a trovarvi come una volta, siete sempre nel mio cuore.

    RispondiElimina
  13. Franco, ma è poesia!
    La speranza stropicciata nei pugni...
    stai attento che ti stropiccia di pugni il destinatario della lunga attesa.
    Ironia raffinata la tua. Ottimo testo.

    RispondiElimina